Dolcepiemonte

sabato 2 novembre 2013

COLLOBIANO VERCELLI

Collobiano e una paese lungo 200 passi. Adagiato ai lati di una striscia di asfalto immerso nel "mare" delle risaie vercellesi.



E' un piccolissimo comune di appena 113 abitanti, il cui centro abitato misura 9 chilometri quadrati.

Collobiano fu menzionato per la prima volta nel 1023. nel 1152 l'imperatore Federico I Barbarossa confermò il possesso al Conte Guido di Biandrate.

Nel 1170 i fratelli Umberto, Guglielmo, Rainero e Ottone di Biandrate vendettero il feudo ai fratelli Palatino e Bongiovanni Avogadro. Un ramo consortile Avogadro prese il nome di Collobiano.

Nel XVI un personaggio ragguardevole fu Simone Avogadro di Collobiano, capo della fazione guelfa.

Nel 1404 Collobiano passò sotto la signoria dei Savoia, dopo la dedizione spontanea degli Avogadro. Gli Avogadro di Collobiano tennero il feudo fino alla fine del sec. XVIII.



E' incredibile come in un centro così piccolo si possano trovare tracce della storia, caratteristica questa di gran parte dei piccoli paesi italiani e piemontesi. Una di queste tracce è il castello di Collobiano, costruito nei pressi di un passaggio sulla strada che collegava Vercelli a Biella, luogo strategicamente importante. A partire dal 1170 i proprietari furono gli Avogadro, che detennero la signoria su Collobiano sino al 1690. Alcuni autori sostengono che Napoleone dormì nel castello prima del suo ingresso in Vercelli.L'edificio subì due grandi trasformazioni, la prima nella seconda metà del Quattrocento, quando fu ricostruito, la seconda nei primi anni del Settecento, quando venne fortificato e trasformato in presidio militare.
La cinta muraria, risalente al XIII secolo, la torre del XV secolo e la particolare torre ottagonale sono motivi di grande interesse turistico, storico e architettonico. 



Altro punto di interesse turistico è la Chiesa di San Giorgio, di origine quattrocentesca, modificata nel secolo XVIII. Conserva affreschi del secolo XV e una tavola di probabile scuola gaudenziana.
L'antico campanile con archetti pensili incrociati non ha subito grosse modifiche.
seguiteci su http://turismopiemonte.blogspot.it per scoprire sempre nuovi luoghi del Piemonte interessanti da visitare.



CERCA CON GOOGLE: