Dolcepiemonte

mercoledì 30 dicembre 2009

VALLE GERMANASCA


Da Perosa Argetina verso l'abitato di Pomaretto inizia la Val Germanasca.

Le viti del vino Ramie si arrampicano sui ripidi pendii (foto) che circondano questa valle stretta. Il vino è aspro e robusto come gli abitanti che lo producono. Sembra che in queste zone ci fossero dei vigneti già dal XIV secolo.

Da Pomaretto la strada sale verso Perrero il capoluogo della valle. Subito dopo Perrero si trovano le vecchie miniere della Gianna che un gruppo di giovani ha trasformato in un museo (SCOPRIMINIERA) dedicato al faticoso lavoro del minatore che una volta rappresentava la principale fonte economica della valle Germanasca.
Per maggiori informazioni: www.scopriminiera.it

La Val Germanasca è uno dei luoghi di origine e di maggiore espansione dei Valdesi e delle loro tradizioni. Questi luoghi furono una delle tappe del "Glorioso Rimpatrio" che, nel 1689 riportò sulle valli alpine un piccolo gruppo di valdesi che rientrarono da Ginevra.

Salendo verso Prali si incontra il bivio per la valle laterale di Massello. La valle di Massello è diventata famosa nella storia per la strenua resistenza che i Valdesi rientrati con il "Glorioso Rimpatrio" opposero alle truppe francesi guidate dal Maresciallo Catinat nel 1690. Quattromila soldati francesi attaccarono 370 valdesi che resistettero nell'abitato di Balziglia e respinsero gli occupanti transalpini nel mezzo di una bufera di neve.

La valle di Massello (o valle San Martino), inoltre, è ricordata anche per essere stata la "Repubblica del Sale della Valle San Martino" che aveva come capitale Perrero.
Creata tra il 1704 ed il 1708 da Luigi XIV (il Re Sole) per arruolare dalla sua parte i Valdesi contro Vittorio Amedeo II di Savoia.
La "Repubblica del Sale della Valle San Martino" venne chiamata così perchè gli abitanti della Repubblica avevano notevoli benefici sul costo del sale e potevano professare liberamente il culto valdese.


Proseguendo poi la strada si arriva infine a Prali il centro turistico della zona. La seggiovia in inverno, permette agli sciatori di raggiungere le piste da sci.. La pista di fondo e la pista di pattinaggio sul ghiaccio offrono un'ampia scelta per gli sport invernali.

In estate la seggiovia viene utilizzata come punto di partenza per escursioni di trekking nelle montagne circostanti che fanno parte del circuito alpino, dai Tredici Laghi al Lago Verde per poi oltrepassare il confine e arrivare in Francia, e che offrono tracciati di diverse difficoltà.Negli ultimi anni è stato costruito anche un percorso di Downhill. Le biciclette vengono portate in punta alla seggiovia e i bikers hanno 3 diverse piste sterrate  per cimentarsi nella discesa.
Dalla fine della seggiovia è inoltre possibile lanciarsi con il parapendio.


Per maggiori informazioni: http://www.nuova13laghi.com/



PERSONAGGI FAMOSI DELLA VAL GERMANASCA:

- LIDIA POET (1855-1930 PRIMA DONNA AVVOCATO IN ITALIA)
- PAOLO FERRERO (Pomaretto 1960, POLITICO)


RICETTE TIPICHE DELLA VAL GERMANASCA:
- ZUPPA DEI VALDESI
- CAIETTES
- BAGNA CAODA
- AGNOLOTTI
- GENEPI

Italy, Piedmont

CERCA CON GOOGLE: